di Carmelo Mangini
Ci sono due aziende gioiello nella storia imprenditoriale di Giulio Caldara: la Bergel a Zanica, notissima azienda leader nelle forniture per ristorazione e bar, e la Zunt Italiana con sede a Cassinone di Seriate, leader addirittura a livello mondiale nella protezione catodica per tubazioni e giunti speciali. Caldara ricorda con orgoglio una recente visita di tecnici giapponesi, venuti a visitare l’azienda dopo i gravi avvenimenti capitati nella loro nazione e rimasti entusiasti per la validità dei prodotti della sua azienda guidata con competenza dal figlio Igor e dalla moglie Graziella Scotti.
Zunt ITALIANA  è attiva dal 1975 e ha realizzato una gamma completa di giunti isolanti, utilizzati per il sezionamento delle condotte principali (gas, acqua, olio) e linee di servizio, per garantire la protezione catodica e la sicurezza elettrica nei principali progetti di gasdotti in tutto il mondo. La protezione catodica è una tecnica elettrochimica di salvaguardia dalla corrosione di strutture metalliche esposte a un ambiente elettrolitico (terreni, acqua marina, acqua dolce, sostanze chimiche, ecc.) che può essere aggressivo nei confronti del metallo.
I giunti isolanti di Zunt ITALIANA sono progettati, costruiti e collaudati nel pieno rispetto delle più severe norme internazionali e in base a un sistema di QA certificato rigoroso ISO9001 / QC, per soddisfare tutte le esigenze dei clienti. Zunt ITALIANA è un fornitore riconosciuto delle principali aziende nazionali e internazionali operanti nei settori offshore e onshore di petrolio, gas e acqua, come ad esempio: Gruppo ENI (SNAM, SAIPEM, AGIP, SNAMPROGETTI), ITALGAS, NATURGAS, ESSO, SHELL, BRITISH GAS, DEPA, PETRONAS, ENAGAS, PDVSA, PEMEX, PETROBRAS, Ecopetrol, BP COLOMBIA, EIL, DOP, ADNOC, ADCO, SWCC, ESSAR OIL, Sofregaz, TECHINT, HYUNDAY e molti altri.
L’azienda, come detto, è gestita in primo luogo dal figlio Igor e dalla moglie di Caldara, Graziella Scotti, Giulio invece è sempre alla guida di Bergel affiancato dal giovane figlio Maicol. L’azienda è sana e in crescita sia nel numero di clienti sia nel fatturato annuale. Conta circa 2400 clienti, in Bergamasca, in Lombardia e con qualche importante cliente anche più lontano come l’ospedale di Asti o l’università di Parma.
Qual è in punto di forza del servizio di Bergel?
Caldara non ha dubbi: “Noi offriamo la gamma completa dei prodotti, chi è servito da noi, trova tutto da noi, non ha bisogno di avere tre o quattro fornitori diversi, ciascuno con il suo prodotto specifico. In questo senso Bergel è la soluzione ideale per la ristorazione e per il bar. Il cliente viene seguito dal nostro agente di vendita che si reca presso l’esercizio commerciale del cliente per vedere le esigenze, fornire una consulenza nell’acquisto. La logistica di Bergel permette di effettuare consegne rapide e precise, presso la sede del cliente, entro le 24 ore dall’ordine”.
Bergel+ è sinonimo di qualità nella distribuzione alimentare per ristoranti, bar, comunità, feste. Tempestività, accuratezza e puntualità sono i punti di forza. L’organizzazione logistica è all’avanguardia e dispone di mezzi moderni a temperatura differenziata.
A Zanica c’è anche un punto vendita al dettaglio, Bergel+ Vivamar, con prodotti ittici accuratamente selezionati per garantire freschezza, qualità e scelta a prezzi convenienti.
Bergel+ Vivamar
Via Stezzano 33
Zanica
Tel 035-670405
www.bergel.it

“Cosa posso fare per te?”, Bergel e lo sport
“Cosa posso fare per te?”. Conosco Giulio Caldara dai tempi in cui lavoravo per VideoBergamo, e quando tra i suoi mille impegni Giulio mi riceve so che mi dice “Vieni senza impegno”, e poi qualcosa fa. Perché è un manager che in 40 anni ha tirato su due grandi aziende (Bergel e Zunt) ma ha il cuore buono e generoso,  dell’imprenditore di successo ma attento alle persone e vicino  al suo territorio.
Per questo i grandi eventi dello sport bergamasco vedono la presenza della sua azienda: troviamo Bergel tra i supporter della Foppa Pedretti, come tra gli sponsor dell’ U.S. Calcio Gorle, il paese di residenza, lo striscione al campo della Torre (Boldone).
Nestlè Motta e Bergel+ Vivamar hanno sostenuto gli Atalanta Football Camp 2015. A questo proposito Caldara mi mostra con totale umiltà una targa ricevuta a febbraio 2015 da Nestlè Italiana che recita: “Un ringraziamento sincero a Giulio Caldara per questi 40 anni di collaborazione e successi condivisi”. Gli ho fatto anche la foto con la targa in mano ma mi dice “metti solo la targa, non mi piace fare il di più”.
Ma non basta: dall’anno scorso ho visto comparire il logo Bergel anche nel ciclismo. La ragione è presto detta: Manuel Tebaldi  e la sorella maggiore e già famosa, Greta Tebaldi negli esordienti, plurivincitrice di innumerevoli gare, nel ciclismo Bolgare, sono pronipoti di Caldara. Dire Tebaldi a Chiuduno, loro paese natio, vuol dire una famiglia di ciclisti: Valerio Tebaldi attuale direttore sportivo alla Colombia  ed ex ciclista su strada italiano, professionista dal 1988 al 1999 e vincitore di due tappe al Tour de France e  il cugino Aurelio Tebaldi (papà di Greta e Manuel ) che oggi lavora alla Bergel e ha un passato da ciclista. Queste ragioni del cuore hanno avvicinato la Bergel dopo il calcio e il volley anche al ciclismo.
Ogni giorno contatto qualche società sportiva, e ogni giorno mi sento dire: “Facciamo sempre più fatica  a trovare degli sponsor”. Non dico di andare alla Bergel che è già impegnata su più fronti, ma lo ricordo come un buon esempio dato agli imprenditori bergamaschi che possono fare tanto e fare bene per lo sport.

Sede Zunt

Greta Tebaldi

Bergel e Foppapedretti