ghisa1 di Matteo Bonfanti
Se fossi una ragazza carina, magari tettona che so che gli piacciono i seni grandi e grossi, fossi libera e ventenne, sicuramente lo corteggerei di brutto, mandandogli persino dei fiori a casa. Invece sono maschio, ho una moglie, due figli e 39 anni, quindi non avrò una storia d’amore con Federico Ghisalberti. Non lo limonerò al cinema, ma sarò sempre strafelice quando verrà a trovarmi in redazione col Longa, Longaretti del Forza & Costanza, il suo inseparabile amico.

ghisa2 Perché Federico Ghisalberti, bellissimo del nostro pallone, apprendista giornalista per noi, è uno assai simpatico, di quelli che fanno ridere solo a guardarli in faccia, tanto hanno l’allegria dappertutto. Nato il 23 settembre del 1995, Fede è la stella dell’Oratorio Cologno, la squadra del paese dove è nato, il club in cui è tornato dopo le esperienze con le maglie dell’Aurora Seriate e della Ghisalbese. Gioca all’attacco, in campo, ma pure nella vita. Sorridente, casinista, testardo, determinato e un sacco tatuato, Federico si è diplomato al Galli e da tre anni lavora alla Somin, nell’ufficio acquisti e logistica, con Estore, che è il suo capo, ma anche un grande amico. Come il Longa e mille altri, perché Federico Ghisalberti è uno che se lo incontri ti mette il buon umore. E’ un grande. E lo sanno pure le sue donne: sua mamma, Carolina, e sua sorella Giorgia con cui vive, divertendosi.