di Daniela Picciolo
Chi di noi da piccolo non ha sognato almeno per una volta di diventare un mago, un prestigiatore esperto di trucchi magici, capace di far sognare e incantare il proprio pubblico? Per Pasquale Cesarino, in arte Mago Linus, il sogno diventa realtà, quando all’età di 9 anni riceve in regalo una “Scatola magica” per imparare i primi rudimentali trucchi di magia. “Sognavo di diventare un mago famoso allora”, ci racconta Pasquale. “Poi ho capito che la mia aspirazione più grande era quella di aiutare gli altri, scoprendo i veri valori che contano nella vita, e sono riuscito a farlo proprio grazie alla magia. Il mondo è come un grande murales dove ognuno deve inserire il proprio puzzle personale. Io ho inserito il mio mattone cercando di migliorare la vita delle persone e di chi mi sta accanto”.
Nato nel 1996 a Villaricca (NA), Linus comincia a avvicinarsi al mondo della magia esibendosi in spettacoli in chiave umoristica animando feste di compleanno e di paese. Di lì a poco il successo è alle porte: nel luglio del 2011 è il più giovane finalista dei campionati italiani di magia “Street Magic” e partecipa a “Italia’s Got Talent”. Il 2012 è l’anno dello show televisivo “Magia per la vita”. Da questo momento in poi si susseguono diverse collaborazioni con Mediaset la partecipazione al programma televisivo “7 gold show time”. Le novità di quest’anno ce le svela Pasquale, come il programma in onda su Raiuno “La vita in diretta esteta” in cui tra fine luglio e inizio agosto andrà in onda uno speciale dedicato proprio a Linus e alla sua carriera artistica.
Dopo il successo del primo libro “Magia per la vita”, in cui Pasquale racconta le sue esperienze di vita e la passione per la magia e le sue esibizioni, arriverà entro un paio d’anni il secondo libro scritto da Linus, un trattato sull’amore a trecentosessanta gradi, in cui tratterà diversi argomenti: dall’amore per la magia fino alla spiritualità, all’amore per Gesù, all’amore di coppia e di come la magia, in fondo, svolga un ruolo importante all’interno di questi diversi aspetti della vita dell’uomo. Una carriera densa di impegni quella di Linus, che non si ferma mai se si pensa che dal 31 ottobre al 9 novembre sarà a New York con un altro grande progetto, che questa volta vede impegnato il nostro mago sul fronte sociale con l’associazione “Metro World Child”, che si occupa di aiutare le persone che abitano nei quartieri più poveri della Grande Mela. “Grazie al pastore Bill Wilson che guida quest’associazione cristiana”, spiega Linus, “Ci esibiamo sul palco cercando di lasciare un segno e migliorare la vita di chi vive in queste zone”. Uno dei ricordi più belli che Pasquale conserva delle sue tournéeè stato quando una sua ammiratrice suonatrice di violino gli ha rivelato come quest’ultimo sia uno strumento molto particolare. Solo grazie all’anima, infatti, un piccolo pezzo di legno dentro lo strumento, può produrre il suono. “Come a dire che senza l’anima, lo strumento, così come l’uomo non sono nulla e non sono in grado di esprimere e trasmettere la loro essenza, le loro emozioni. Io stesso nel mio percorso di vita ho quasi perso la mia anima pensando di arrendermi di fronte alle difficolta incontrate, ma grazie a Dio l’ho ritrovata”.