di Matteo Bonfanti
Il calcio bergamasco è strano, magari trovi in Serie D un calciatore legnoso e che fa una fatica boia a stoppare un pallone e poi in Terza c’è un bomberino che ogni maledetta domenica regala al proprio pubblico tutte le magie che fanno del pallone il gioco più bello al mondo. Il cucchiaio, l’elastico, la botta di prima intenzione diretta all’incrocio, il dribbling nello stretto, l’assist filtrante a pescare il centravanti: ecco elencato cosa vede il pubblico degli Amici Antegnate, squadra che da cinque anni ha la fortuna di avere in rosa Rosario Dragna, un ragazzo siciliano col calcio nel sangue.

dragna3 Nato il 16 gennaio a Palermo, Dragna è un genietto del pallone, un talento forgiato da bambino e da adolescente da due dei migliori vivai della Bergamasca, quello dell’AlbinoLeffe e quello dell’Uso Calcio. Montagne di gol, trecento, e una valanga di assist per i compagni di reparto, poi l’approdo nel club di Antegnate, che, con lui, diventa una compagine d’alta classifica temuta e rispettata dalle avversarie.
Trentatre reti nel primo anno, ventitre nel secondo, tredici nel terzo e diciannove l’anno scorso, nel 2015/2016 appena concluso un’altra annata strepitosa, giocando esterno alto in un 4-3-3 che ne ha esaltato le qualità, tra tutte la rapidità che lo porta a saltare il diretto avversario per concludere in porta. Ventinove reti in altrettante giornate, vincitore della classifica cannonieri con la casacca degli Amici Antegnate che hanno chiuso al quinto posto del Girone E, per un soffio fuori dal giro play-off.
Tante nella carriera di Dragna le partite indimenticabili, la più bella quella contro il Fornovo, in cui Rosario prima beffa il portiere con un cucchiaio alla Totti, poi parte dalla trequarti e fa fuori tre avversari, l’ultimo, disperato, lo abbatte in area. Rigore sacrosanto che il siciliano trasforma, andando a far festa con i compagni, Diego Telli, Pierluigi Luca, Mauro Mercandelli, altri tre ragazzotti che hanno brillato in questa annata di Terza.

dragna2 Rosario è un sognatore del nostro calcio e ci mette l’anima, l’ha sempre fatto, fin dall’inizio, tesserato da piccolissimo nei pulcini dell’Ernesto Che Guevara di Palermo. Poi il trasferimento in Lombardia del padre, qui da noi per lavoro, a Pognano, nella Bassa. Due anni dopo la famiglia lo raggiunge, regalando a noi appassionati Rosario, un giocatore dalle grandi qualità, sia in campo che fuori. In tribuna Simona, la sua ragazza, la sua prima tifosa, che vede il suo fidanzato scatenato superare difensori su difensori.
DATA DI NASCITA: 16 gennaio 1990
LUOGO DI NASCITA: Palermo
GOL FATTI IN CARRIERA: 130
ATTUALE SQUADRA: Amici Antegnate (Terza categoria)
RUOLO: esterno alto nel 4-3-3 o seconda punta
GLI ESORDI: nell’Ernesto Che Guevara di Palermo
I VIVAI: AlbinoLeffe e Uso Calcio
L’ANNATA MEMORABILE: il primo anno nelle giovanili dell’AlbinoLeffe
LA PARTITA DELLA VITA: Amici Antegnate-Fornovo 2-2 (splendida doppietta del nostro Rosario)
I COMPAGNI DI SQUADRA IDEALI: Diego Telli (Amici Antegnate), Pierluigi Luca (Amici Antegnate) e Mauro Mercandelli (Amici Antegnate)
IL MISTER FONDAMENTALE: Gianluigi Brambilla (con lui nelle giovanili dell’Uso Calcio)
GLI AFFETTI: la famiglia e Simona, la sua ragazza
LA MAIL: rosdragna @gmail.com