di Carmelo Mangini
Tecnosaldatura è nata a Pedrengo nell’ottobre 1987 dall’iniziativa di tre dinamici saldatori, che hanno avviato un’attività di saldatura conto terzi rivolta al mondo della valvole per applicazioni nei seguenti settori: petrolio, gas, chimica, generazione di energia, industria marittima, geotermico. Tecnosaldatura dispone di macchine per saldatura altamente tecnologiche e di operatori professionalmente qualificati.
L’azienda è qualificata per più di 300 procedimenti, che comprendono saldature manuali, automatiche, semi-automatiche per riporti anti usura, anticorrosivi e saldature a piena penetrazione, utilizzando le tecniche SMAW (Elettrodo rivestito), GTAW (TIG), GMAW (MIG), FCAW (MIG flux cored), SAW (Arco Aommerso), ESW (saldatura nastro in Elettroslag), impiegando un’ampia serie di materiali dall’acciaio al carbonio agli inossidabili, dai basso legati ai duplex, superduplex e base Nikel.
Nel 1996 Tecnosaldatura ha ottenuto la Certificazione di Sistema Qualità secondo la norma ISO 9002 (che sarà poi adeguata alla ISO 9001 nell’anno 2001 e successivamente nel 2008 a ISO 9001:2008); a riconoscimento di un impegno costante nella fornitura di un servizio efficace e qualificato nell’anno 2012 è stata implementata un ulteriore qualificazione a garanzia della professionalità e qualità reale secondo la norma EN ISO 3834-2.
Tecnosaldatura negli ultimi anni si è specializzata nel gestire pacchetti di ordini complessi i quali comprendono le seguenti fasi: trasporto (con mezzo proprio), controlli non distruttivi (con personale interno o esterno), lavorazione di preparazione alla saldatura (collaborazione con diverse aziende di lavorazione meccanica di precisione), saldatura ed eventuali trattamenti termici, lavorazione di finitura. Questa precisa organizzazione  permette all’azienda di garantire qualità, tempistiche e prezzo.
Contatti:
TECNOSALDATURA S.R.L., Via Dott. Carlo Mazza, 20 – 24061 – Albano Sant.Alessandro (BG)
Tel. 035 58.23.20
Fax. 035 45.28.442
Email: info@tecnosaldaturasrl.it

Il pallone, la bicicletta e non solo in casa Rubbi
Quando sono entrato alla Tecnosaldatura ho chiesto di parlare con Antonio, il titolare. Mi hanno indicato un uomo voltato di spalle, con indossata una maschera da saldatore, che pareva un casco integrale, indaffarato a fare una saldatura interna a un componente di una valvola.  Terminato il lavoro, Antonio mi ha detto “Questa è una saldatura molto particolare, in azienda siamo in tanti (l’azienda ha 37 dipendenti) ma solo in due siamo capaci di fare questo lavoro”.
Antonio deve essere un lavoratore accanito. Si è fermato forse 10 minuti, giusto il tempo di dirmi: “Va bene, facciamo l’articolo, ti chiamo mio fratello che ti da qualche notizia e un dipendente che ti fornisce le foto, avviso mia moglie che gli arriverà la fattura, ciao, torno al lavoro”.
Antonio Rubbi è il Vice Presidente del Casazza Calcio, nonché sponsor molto importante della società. La famiglia è nativa di Torre de’ Roveri, poi Antonio s’è sposato e ora abita a Casazza, dove si è avvicinato al calcio.
Il fratello Amedeo, socio in azienda,  invece è rimasto a Torre de’ Roveri, un paese a forte “vocazione ciclistica” e lui s’è appassionato di ciclismo. A Torre de’ Roveri c’è il calcio, il tamburello ma il ciclismo è sempre stato al top: è il paese dei fratelli Pietro e Vittorio Algeri, già professionisti di rango, è il paese del Team dei Fratelli Giorgi lì residenti, è un po’ la terra anche del Team Lvf. Attorno al piccolo paese ruotano dunque 2 squadre su 7 delle juniores bergamasche.
E respirando quest’aria, anche Amedeo ha preso passione per il ciclismo, sia come ciclista amatoriale, quando ha tempo dopo il lavoro,  e soprattutto sempre pronto a dare una mano al fianco di Patrizio Lussana, il Direttore Tecnico del Team Lvf.
Come se non bastasse il calcio e il ciclismo, alla Tecnosaldatura lavora  Omar Paravati, giovane pilota bergamasco. Paravati ha scelto la Coppa Italia 2015 per il suo debutto nel mondo delle competizioni automobilistiche al volante della Clio S2000 della Autostar, la stessa che è stata portata in pista nella passata stagione dal compianto Istvan Minach. Paravati era ed è un fan di Minach e proprio dopo la tragica scomparsa di quest’ultimo, ha deciso di mettersi alla prova proprio con la stessa vettura per ereditarne il testimone. I tempi incoraggianti fatti segnare nei test hanno convinto Omar a provare le competizioni anche grazie anche al prezioso supporto  della Tecnosaldatura.
Aggiungiamo le sponsorizzazioni al motocross e capiamo perché Antonio non ha proprio tempo da perdere. L’azienda è in notevole crescita, sia nel personale occupato, sia nel fatturato. Nelle sfide lavorative,  come anche nelle sfide sportive, per vincere si deve solo arrivare primi!

Casazza con sponsor Tecnosaldatura

Sponsorizzazione Ciclismo

Sponsor moto altra foto